Un fotoreporter lucchese nell’odissea della Sea Watch

MALTA - C'è anche un lucchese a bordo della Sea Watch, la nave umanitaria che dal 22 dicembre era bloccata nel Mediterraneo, a largo delle coste di Malta, con a bordo 49 migranti soccorsi mentre tentavano di raggiungere le coste europee.

-

E’ il fotoreporter Federico Scoppa, freelance che per questo servizio collaborava con l’agenzia internazionale AFP. Scoppa è stato a bordo della Sea Watch dall’inizio della missione ed ha documentato sin da subito l’odissea del recupero dei naufraghi e le lunghe ore di attesa che le politiche internazionali decidessero del loro destino. Siamo riusciti a raggiungerlo telefonicamente a pochi minuti dall’ annuncio che il governo maltese aveva acconsentito per lo sbarco dei profughi e ci siamo fatti raccontare ciò che è accaduto a bordo appena giunta la notizia.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.