“Dillo in sintesi” premia Franca Leosini di “Storie Maledette”

LUCCA - Quattro giorni, quattordici eventi tra musica, cinema, sport, televisione e comunicazione, tutti con un denominatore comune: la sintesi. E' la quarta edizione del Festival della sintesi, che torna a Lucca dal 7 al 10 marzo.

-

Quattro giorni, quattordici eventi tra musica, cinema, sport, televisione e comunicazione, tutti con un denominatore comune: la sintesi. E’ la quarta edizione del Festival della sintesi, che torna a Lucca dal 7 al 10 marzo, nella chiesa di San Cristoforo, con l’obiettivo di  analizzare e approfondire vari esempi di “brevità intelligente”.
La manifestazione è stata presentata dall’ideatore e presidente dell’Associazione “Dillo in sintesi” Alessandro Sesti insieme a Marcello Bertocchini, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Donatella Buonriposi, dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale di Lucca, e Girolamo Deraco, compositore.
Il Festival si aprirà giovedì 7 marzo con la prima esecuzione assoluta di The wagons, componimento musicale nato da un’idea di Alessandro Sesti e curato da Girolamo Deraco che ha coordinato e “cucito insieme” il lavoro di otto compositori internazionali e si chiuderà domenica 10 marzo con la consegna del premio “Teledico in sintesi 2019” che, dopo Lilli Gruber e Paolo Pagliaro, andrà a un grande e amatissimo personaggio della televisione italiana, Franca Leosini, autrice e conduttrice del programma Rai “Storie maledette”, capace di sintetizzare in poche battute complicate vicende giudiziare.
Tra gli ospiti della rassegna anche il disegnatore Bruno Bozzetto, il senatore e “narratore in rima” Maurizio Gasparri, i direttore di “Sorrisi e canzoni”, Aldo Vitali.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.