Marco Brinzi racconta l’odissea dei migranti agli studenti lucchesi

LUCCA - Parlare di migrazione e farlo attraverso il teatro, le storie e l’approfondimento. E' questo l'obiettivo del progetto didattico-teatrale dal titolo “Muselakwakaba - Colui che si sposta”.

-

Promosso dal Comune e dal Forum della cooperazione internazionale, il progetto è finalizzato a riflettere, approfondire e conoscere sotto una luce diversa il tema quotidianamente dibattuto delle recenti migrazioni. Ad ispirarlo è stato l’attore lucchese Marco Brinzi, che ha trovato nell’amministrazione comunale e in tutti i soggetti del Forum pieno appoggio per realizzare l’iniziativa rivolta agli studenti del biennio delle superiori.

Sei incontri, cinque dei quali al Cred di via Sant’Andrea e uno nell’auditorium dell’Itc “F. Carrara”, che tra febbraio e marzo coinvolgeranno circa cinquecento ragazzi, grazie all’adesione di tutti gli istituti superiori della città. L’approccio utilizzato sarà fortemente interattivo, i ragazzi e le ragazze saranno coinvolti in prima persona e Brinzi proverà a capire cosa spinge i migranti a lasciare la propria casa e il proprio paese e a raggiungere l’Europa attraverso un viaggio pericoloso e doloroso: il tutto attraverso le testimonianze dei migranti stessi, raccolte direttamente sul campo, lasciando così spazio solo alla viva voce di chi è protagonista della propria storia.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.