Cattivi odori, pressing sulla Morina: “Impianto da spostare”

VIAREGGIO - "La Morina deve chiudere e Reti Ambiente deve intervenire in tal senso". Questa l'attacco della Capogruppo della Lega in Consiglio regionale Elisa Montemagni, alla luce della relazione di Arpat Lucca che ha dettato "pesanti prescrizioni" per l'impianto gestito da Sea Risorse.

-

«In particolare in merito alla questione dei “cattivi odori” sono emersi stoccaggi eccessivi e prolungati, il non rispetto del limite di altezza di 2mt, meno rivoltamenti del dovuto e la non miscelazione dell’ammendante con il sovvallo» – spiega la Montemagni.

«Le “criticità gestionali” evidenziate da ARPAT Lucca sono molteplici e hanno portato “ad un procedimento prescrittivo (…) e ad una comunicazione di notizia di reato per gestione non autorizzata, non soggetta alle prescrizioni, per la quale sono ancora in corso ulteriori indagini” – prosegue Montemagni.

Si tratta della prima ispezione eseguita dal personale di Arpat Lucca. Fino ad oggi erano stati infatti i colleghi della Versilia a eseguire i controlli. Dal 2010, ha rilevato l’Agenzia per l’ambiente, Sea Risorse doveva predisporre il trasferimento dell’impianto in un altro sito sia per la sua vicinanza al centro abitato sia per il ricadere dell’attuale impianto all’interno dell’area del Parco Naturale.

“Ma oggi mancano ancora proposte concrete – conclude Montemagni – e questa situazione non può andare avanti.”

 

 

 

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.