Corruzione a Lucca, confermate in appello cinque assoluzioni

LUCCA - La corte d'appello di Firenze ha confermato cinque assoluzioni nell'ambito dell'inchiesta del 2011 Volpe nel deserto, su una presunta corruzione nell'ambito degli affari immobiliari a Lucca.

-

Ad essere assolti anche in secondo grado sono stati l’architetto Giovanni Valentini, ex presidente della società Valore, il dirigente comunale Maurizio Tani, i professionisti Andrea Ferro e Antonio Ruggi e per l’ex vicepresidente di Sistema Ambiente Sauro Doroni.

Per l’ex sindaco Mauro Favilla e l’ex assessore ai lavori pubblici del comune di Lucca Marco Chiari, il Gup aveva già chiesto il non luogo a procedere.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.