Calcio Balilla ad Altopascio, tra sport e inclusione sognando le Olimpiadi

ALTOPASCIO - Da Altopascio alla conquista dell’Europa grazie alla passione per il calcio balilla. L'Asd Sport Toscana Calcio Balilla, con sede in via Marconi, una delle più importati associazioni a livello nazionale dedicate al popolare sport del "biliardino", ha presentato all'Unione Europea un progetto per accedere ai fondi del bando “Erasmus +”.

-

Il progetto, dal titolo “Don’t Spin” (acronimo di Developing an Organisation Network for Table Soccer to Promote Inclusion and Novelty), si pone un duplice obiettivo: da un lato costruire un network che uniformi la pratica del calcio balilla a livello europeo e, dall’altro, sfruttare questa disciplina come strumento di inclusione e socializzazione. E’, infatti, la missione principale dell’associazione altopascese, punto di riferimento in Italia e in Europa per la diffusione del calcio balilla quale sport inclusivo a tutti gli effetti. Un impegno che la realtà sportiva della cittadina del Tau porterà avanti anche sabato 25 maggio quando Altopascio ospiterà il campionato toscano di calcio balilla inclusivo, con il grande sogno di vedere un giorno, questo sport, alle Olimpiadi.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.