Ghiviborgo pareggia col Gavorrano; Real Forte salvo, Viareggio ai playout

CALCIO D - Ultima giornata anche in serie D. Il Ghiviborgo ha impattato 2-2 con il Gavorrano, risultato che permette al Ghivi di chiudere al settimo posto. Salvo il Real Forte che vince 2-0 a Cannara. Il Seravezza va ai playoff mentre il Viareggio dovrà giocarsi la salvezza ai playout.

-

 

Fa freddo che in Valle del Serchio pare tornato l’inverno. Allo stadio delle Terme il terreno è molto pesante per la pioggia abbondante caduta nelle ultime ore. E’ la 38esima ed ultima giornata: il Ghiviborgo è al passo d’addio, al congedo a meno di clamorose sorprese negli ultimi 90 minuti. Pronti via e la squadra di Poli va subito sotto. Al 5′ il Gavorrano si porta infatti  in vantaggio con una rete di Jukic. Momento difficile per la squadra di casa che rischia di subire il raddoppio. Ancora lo scatenato Jukic ma stavolta la traversa salva la porta difesa oggi dal “millennial” Petroni (classe 2000). Poi il Ghiviborgo va vicino al pareggio ma non è fortunato: una pozzanghera frena il pallone sul tiro di Fermi che ormai stava per entrare nella porta dei rossoblu maremmani. Ma al 37esimo il Ghivi perviene finalmente al sospirato pareggio: Paccagnini viene atterrato e l’arbitro De Angeli di Milano concede il calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Tagliavacche che non sbaglia e riporta il punteggio in parità: 1 a 1. Si va al riposo con un risultato equo, Parte forte il Ghiviborgo nella ripresa e al 16esimo coglie il frutto del proprio impegno portandosi in vantaggio con il giovane Zadrima. Ma il Ghiviborgo di questo finale di stagione non sa gestire partita e risultato e gli ospiti riescono così a segnare la rete del 2 a 2 con Cerretelli quando mancano dieci minuti al 90esimo. Spiccioli di partita in cui non succede granchè. Finisce 2 a 2, risultato tutto sommato giusto. Va così in archivio il campionato del Ghiviborgo che chiude al settimo posto dopo essere stato a lungo anche protagonista al vertice. E da domani è già futuro…

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.