Grande successo del Concertone del Primo Maggio a Capannori

CAPANNORI - Gremita come non mai la rinnovata piazza Aldo Moro per il 'concertone' del Primo Maggio a Capannori promosso dall'amministrazione comunale in collaborazione con la Regione Toscana. Una maratona musicale di circa 7 ore apertasi alle 15.30 e conclusasi solo dopo le 22.

-

Il pomeriggio di festa ha preso il via con la finale del contest “Artemica – Musica dentro” promosso dal Comune e dedicato a band, autori e cantautori emergenti che risiedono in Toscana. A salire sul palco sono stati poi Cristina D’Avena assieme ai Gem Boy che hanno eseguito le sigle più amate dei cartoni animati di tutti i tempi, i ‘Ros’ una giovane ma già famosa band rock-punk toscana formata da Camilla Giannelli, Kevin Rossetti e Lorenzo Peruzzi e Simone Cristicchi reduce dal successo all’ultimo Festival di Sanremo dove con il brano ‘Abbi cura di me” si è aggiudicato il ‘Premio Sergio Endrigo’ per la migliore interpretazione e che ha fatto il suo primo live dopo Sanremo proprio ieri a Capannori. Il concerto, presentato da Andrea Prada si è concluso con la dj Linda Loud che ha fatto ballare la piazza proponendo vari generi musicali.

A metà pomeriggio sono saliti sul palco il sindaco Luca Menesini assieme ai rappresentanti dei sindacati Cgil, Cisl e Uil, rispettivamente Annamaria Costabile, Massimo Santoni e Veronica Durante che hanno sottolineato l’importanza della Festa dei Lavoratori, e, in particolare la necessità di garantire il diritto al lavoro, una retribuzione congrua senza distinzione fra donne e uomini e la sicurezza sul lavoro. Il contest Artémica è stato vinto dalla band Ful (Fortissimi Uomini Lampo) di Piano della Rocca (Borgo a Mozzano). Al secondo posto si sono piazzati i ‘Good Old Shake’ di Lucca, e al terzo i ‘Millenium Bug’ di Viareggio. In piazza Aldo Moro erano presenti anche stand delle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil e quelli di Commissione Pari Opportunità, Osservatorio per la pace, Forum delle associazioni, Progetto Tutor del Comune, Lillero- Il vero mercato del baratto, associazione Mirko Ungaretti onlus, Croce Verde di Guamo e Donatori di sangue ‘Fratres’ del territorio comunale. Il concerto è stata quindi anche un’occasione per promuovere servizi e realtà territoriali. 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.