Lucca Classica: la conversazione con Dori Ghezzi

LUCCA - Dalla storia della musica lungo il corso del Danubio alle pagine più importanti della musica d’autore italiana, raccontata da Dori Ghezzi, Sandro Cappelletto e il violoncellista Massimo Polidori, per finire con il primo dei concerti in notturna con il Quartetto Guadagnini e le “dissonanze” di Mozart.

-

In mezzo, l’omaggio a Ilaria del Carretto con la musica nella sagrestia della cattedrale, il ricordo della caduta del muro di Berlino e, come sempre, spazio ai giovani, con gli studenti di quattro conservatori europei: il Mozarteum di Salisburgo, la Escuela Superior de Musica Reina Sofia di Madrid, e la Hochschule für Musik und Darstellende Kunst di Mannheim e il Conservatorio della Svizzera Italiana. Tutto questo è Lucca Classica Music Festival, alla seconda delle quattro giornate dell’edizione 2019.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.