Lucchese difende il 2-0 a Cuneo; un ritorno verso la…salvezza

CALCIO C - Lucchese impegnata sabato (ore 14,30) sul campo del Cuneo nella gara di ritorno della prima fase dei play out. I rossoneri devono difendere il prezioso 2 a 0 maturato al Porta Elisa. Favarin ha gli uomini contati e dovrebbe affidarsi al 3-5-2. Soddisfazione per l'eccellente debutto di Gabbia al mondiale under 20.

-

L’urlo della Pantera e dei 500 giovani e belli (chissà, sicuramente appassionati) si leverà forte al Fratelli Paschiero dove sabato (ore 14,30) è in programma la gara di ritorno della prima fase dei playout. Uno spareggio che ancora non salva nessuno ma che condannerà una tra Cuneo e Lucchese. Si gioca sul campo dei piemontesi che devono rimontare due reti e quindi il vantaggio dei rossoneri è confortante ma non del tutto rassicurante. Ci vorrà “garra” come ha evocato il centromediano metodista, dai chiamiamolo ancora così, Juan Mauri. Ci vorranno gli attributi per non farsi aggredire a travolgere da un probabile avvio sprint del Cuneo. Ricordiamo che in caso di parità di reti segnate nel computo delle due partite andrebbe avanti la squadra di Scazzola poichè meglio classificata nella regular season. Favarin deve fare i conti con una rosa che strada facendo ha perduto parecchi petali: gli ultimi Bernardini per squalifica e Gabbia al mondiale under 20 dove ha esordito in modo scintillante e questo ha fatto piacere a tutti. Quale Lucchese in campo ? Tutto dipende dalla disponibilità dal primo minuto di Provenzano che difficilmente riteniamo si vorrà rischiare anche nell’auspicabile prospettiva di dover giocare poi altre due partite. Se ne evince che col pacchetto mediano scarnificato in termine di uomini si tornerà al 3-5-2. Sul prato del Fratelli Paschiero Lucchese in campo con: Falcone tra i pali; Santovito, De Vito e Martinelli in difesa, Lombardo e Favale gli esterni di una cerniera mediana completata da Strechie, Mauri e Zanini; Sorrentino e Bortolussi (i soliti due e attenti a quei due) là davanti. Il pallone racconta e sorride ricordando che il precedente in campionato che risale allo scorso 20 febbraio (e dopo un rinvio per neve) è favorevole alla Lucchese. Proprio un gol contestatissimo di capitan Bortolussi in avvio di ripresa decise il match a favore della squadra di Favarin e Langella. Prima e dopo tanto Falcone e un pizzico di fortuna quella che probabilmente ci vorrà anche nel pomeriggio della Provincia Granda. Granda, anzi grande come una grande e stoica Lucchese quella che finora ha disputato una stagione esaltante nonostante tutto. Quella che potrebbe regalarsi una tra Bisceglie e Paganese affinchè il sogno della salvezza sul campo continui…

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.