San Luca: crescono i numeri, calano i tempi d’attesa

LUCCA - Il futuro della sanita' lucchese passa anche attraverso il rinnovamento delle professionalita'. La neo direttore generale della Usl Toscana nord ovest Maria Letizia Casani e il direttore sanitario dell'azienda, Lorenzo Roti hanno, hanno visitato l’ospedale “San Luca”. Nell'occasione sono stati evidenziati il miglioramento della situazione in tutti gli ambiti e annunciate novita' dirigenziali

-

Nel 2018 sono stati registrati miglioramenti a partire da Pronto Soccorso, interventi chirurgici, radiodiagnostica, materno-infantile e tempi d’attesa. Importanti novità per i nuovi direttori di struttura complessa. Entro luglio sarà nominato il nuovo primario di Ortopedia e sono stati autorizzati i concorsi per i primari di Medicina per Barga e Castelnuovo Garfagnana, di Urologia, Analisi Chimico Cliniche, Pediatria e Neurologia di Lucca. Secondo i dati della Asl l’ospedale sta crescendo, anche grazie a nuove attività come la robotica, e i risultati che si stanno raggiungendo sono legati anche alla buona collaborazione interna, che caratterizza il “San Luca” .
Ed ecco i numeri del San Luca.
Sono in aumento gli accessi al Pronto Soccorso: 60.166 nel 2017, 63.084 nel 2018; anche nel primo trimestre 2019 l’incremento è evidente rispetto agli anni precedenti.
In netto miglioramento i dati d’attività: la percentuale di accessi al PS in codice giallo visitati entro 30 minuti è passata da 41% del 2017 a 79% del 2018; la percentuale di accessi al PS in codice verde visitati entro 1 ora è passata da 50% del 2017 a 79% del 2018. In aumento costante anche gli interventi chirurgici. Questo il totale di tutti gli interventi: 12.609 nel 2017; 12.802 nel 2018 Nei primi 4 mesi del 2018: 4.420 interventi; nei primi 4 mesi del 2019: 4.587 interventi.
Radiodiagnostica
Crescono anche gli esami di radiodiagnostica comprese ecografie, tac e risonanze magnetiche.: 127mila del 2018 contro 118 del 2017 (+7,70%).
Punto nascita
I parti del 2018 sono stati 998 (in aumento rispetto al 2017, quando erano stati 993); 870 di questi 998 parti riguardano donne di Lucca e Piana di Lucca.
Liste d’attesa
Anche gli ultimi dati confermano che cominciano a dare i primi frutti le azioni attivate a partire dal dicembre 2018 per migliorare i tempi d’attesa delle prestazioni ambulatoriali su tutto il territorio dell’Azienda USL Toscana nord ovest.
Il percorso da fare è ancora lungo e l’obiettivo è quello di rispondere nei tempi adeguati anche alle prestazioni con tempi ancora troppo lunghi, ma i primi dati di questo inizio anno confermano che la strada intrapresa è quella giusta.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.