Bulli all’Itc, il preside sarà processato per omessa denuncia

LUCCA - Ricordate la vicenda dei bulli all'Itc Carrara, quella del famoso video che fece il giro dei social italiani ed esteri? E' arrivata una coda giudiziaria del tutto inattesa. A finire davanti al giudice sarà infatti il preside della scuola, Cesare Lazzari, con l'accusa di omessa denuncia.

-

Il preside era infatti rimasto coinvolto nell’inchiesta penale, perchè era stato accusato di non aver segnalato subito la vicenda alle forze dell’ordine. In realta il pubblico ministero aveva stabilito che non c’era stata alcuna condotta omissiva da parte del dirigente scolastico ed aveva chiesto l’archiviazione del caso. E’ successo però che il giudice per le indagini preliminari ha puntato l’attenzione su un altro episodio fin’ora poco noto della vicenda, accaduto prima della diffusione del famoso video. Alcuni studenti della classe, approfittando di un momento d’assenza dall’aula di una insegnante, si erano impadroniti del computer della docente ed avevano modificato i loro voti sul registro elettronico, trasformando le insufficienze in voti eccellenti, come 9 0 10. Una furbata che ha fatto poca strada, visto che la professoressa si è subito accorta di quello che era accaduto. E lo studente individuato come responsabile era stato sospeso da scuola per un giorno. Per il giudice però la bravata configura in realtà i reati di interruzione di pubblico servizio e falso in atto pubblico che il preside avrebbe dovuto segnalare. Quindi, niente archiviazione e, a sorpresa, è il preside che finirà sul banco degli imputati per omessa denuncia. Lazzari però starebbe valutando con il suo legale la possibilità di ricorrere in Cassazione. Per gli studenti nel frattempo il Tribunale dei Minori ha deciso un programma di lavori socialmente utile e volontariato.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.