Gettano una gatta dal terzo piano nell’ultimo giorno di scuola

VIAREGGIO - Un fatto che ha lasciato senza parole quello accaduto oggi all’Istituto Carlo Piaggia in Darsena. Una gatta è stata gettata da una finestra del terzo piano della scuola. Probabilmente da uno o più studenti, nell'ultimo giorno di scuola.

- 19

A denunciare il fatto è la stessa dirigenza dell’istituto in una nota pubblicata su Facebook. Miracolosamente la gatta (Alice, in custodia alla scuola da tre mesi), non è in pericolo di vita.

Fermissima è la condanna per quello che può essere partita come una bravata o un gioco sfuggito di mano, che ora si configura come reato penale di maltrattamento di animali. “L’Istituto è determinato nel fare chiarezza sull’accaduto, al punto che, nonostante sia terminata l’attività didattica, se non fossero atti dovuti e obbligatori si era pensato anche di sospendere gli scrutini delle classi.
La gatta è stata portata d’urgenza in un gabinetto veterinario da una docente: “non ha ossa rotte ma una febbre molto alta con respiro affannato, sembra come conseguenza dello spavento”.

Commenti

19


  1. Speriamo che creano una legge severa per chi maltrattano gli animali.. purtroppo c’è troppo cattiverie troppo maltrattamento


  2. Spero che i colpevoli siano puniti severamente s e che le loro mammine nn li difendano assurdamente ma li condannino e uniscano per lo spregevole atto commesso.


  3. innanzitutto SPERO CHE LA GATTA SI RIPRENDA AL PIU’ PRESTO CHE E’ LA COSA PIU’ IMPORTANTE.
    Verrebbe da augurare di tutto a questi geni della lampada ma non mi abbasso al loro livello, perché dovrei strisciare come un verme (ovviamente senza offesa per il verme poverino).
    Una bravata o un gioco sfuggito di mano?????????????? SVEGLIA !!!!!
    Non se ne può più di questi studenti che ne combinano a iosa e la passano sempre liscia, non se ne può più dei genitori che li appoggiano invece di farli rigare dritto. MA DOVE SIAMO!!!
    I professori vengono derisi e umiliati in classe, i gatti vengono buttati dal 3° piano BELLA LA CIVILTA’ DEL FUTURO.
    IL MALTRATTAMENTO DEGLI ANIMALI E’ UN REATO PENALE E TALE DEV’ESSERE TRATTATO SENZA SE E SENZA MA. BOCCIARE TUTTI ED ESPELLERLI DALLA SCUOLA sarebbe il minimo SE IL SUO RUOLO EDUCATIVO DELLA SCUOLA E’ SEMPRE PRIORITARIO!!!
    Ma se al posto della povera gatta c’era un altro alunno? Ops è cascato ma poverini è stata una bravata???

    • Gianna michelia


      Sono d’ accordo non se ne può più altro che psicologi li mandetei nei campi o in qualche allevamento sveglia alle 5 e lavorare tutto il giorno e sono sicura che gli passa la voglia di certi comportamenti


  4. Trovate i colpevoli,e mettete in galera,i genitori


  5. vergogna spero che piccola micia si salvi


  6. Se non li tirate fuori voi , ci vado io


  7. I figli sono come sono stati educati. Posso dirlo essendo padre da tanto tanto tempo.


  8. Bocciare questi studenti idioti senza se e senza ma


  9. Io li boccerei tutti vigliacchi


  10. Non si possono sentire certe cose. Vosa hanno questi al posto del cuore? Che generazione cresciamo?

  11. Gianna michelia


    Sono d’ accordo non se ne può più altro che psicologi li mandetei nei campi o in qualche allevamento sveglia alle 5 e lavorare tutto il giorno e sono sicura che gli passa la voglia di certi comportamenti


  12. Io ci butterei loro dal terzo piano!!!!!!


  13. Se si vuol scoprire i colpevoli in una scuola non è difficile e se il direttore è serio stavolta non lascia impuniti i colpevoli perche deve servire da monito a chi volesse imitare il gesto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.