Spiagge libere anche dalle sigarette: firmato il protocollo in Regione

VIAREGGIO - Plastica usa e getta al bando già da questa estate negli stabilimenti balneari toscani. La giunta regionale lo aveva annunciato e oggi le maggiori associazioni di categoria hanno sottoscritto il protocollo d'intesa con cui la Toscana anticipa di fatto l'Europa.

-

Plastica usa e getta al bando già da questa estate negli stabilimenti balneari toscani. La giunta regionale lo aveva annunciato e oggi le maggiori associazioni di categoria hanno sottoscritto il protocollo d’intesa con cui la Toscana anticipa di fatto l’Europa. Ma adesso si aggiunge una novità: i comuni sono al lavoro anche per ripulire le spiagge dai mozziconi di sigarette. LO annuncia ils indaco Giorgio del Ghingaro interventuo in Regione in rappresentanza dell’Anci: la valutazione spazia dal dal divieto di fumo, linea radicale, e già attuata in diversi comuni veneti e laziali all’pportunità di esporre contenitori ermetici in spiaggia per impedire l’abbandono di sigarette, come richiesto qualche giorno fa dal Codacons, l’associazione consumatori, con una diffida alle prefetture toscane per ottenere apposite ordinanze da parte delle amministrazioni comunali

L’intesa è stata firmata da Confesercenti, Confartigianato, Confcommercio, Cna Toscana-Centro, Confindustria e il sindacato di base “Donne di mare” e da Anci Toscana, con l’adesione di 15 comuni .

Ll’accordo firmato oggi con le associazioni dei balneari contiene anche un impegno comune per sensibilizzare chi frequenta il litorale sul tema dei rifiuti in mare e in spiaggia. A vigilare sul rispetto delle norme, che saranno recepite con ordinanze dai Comuni, ci penseranno gli agenti di polizia municipale. L’accordo prevede anche l’installazione di contenitori per la raccolta differenziata nelle spiagge ‘libere’, non oggetto di concessione demaniale. Ovunque saranno installati cartelli che riepilogheranno divieti e regole sull’abbandono e la raccolta dei rifiuti. E’ previsto anche un premio per la spiaggia toscana più sostenibile.

 

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.