Divieti di balneazione in tutta la costa apuo-versiliese

VERSILIA - Undici divieti di balneazione in un giorno, da Viareggio a Marina di Carrara. In Versilia bagni vietati a Viareggio, Lido di Camaiore e Marina di Pietrasanta. E' un bollettino choc quello emesso da Arpat a seguito dei risultati sfavorevoli delle analisi delle acque dai prelievi di martedì.

- 9

Le località interessate sono Burlamacca Nord, Marina di Ponente e Fossa dell’Abate Sud per Viareggio. Fossa dell’Abate nord per Lido di Camaiore. Fiumetto sud per Marina di Pietrasanta. Un duro ko, in piena estate, che colpisce in realtà tutta la costa apuo-versiliese. Divieti anche alla foce del fiume Versilia al Cinquale, a Marina di Massa e a Marina di Carrara.

In tutti i campionamenti, Arpat ha rilevato valori di escherichia coli superiori a 500 mpn per 100 ml. Sforamenti che arrivano all’indomani dei nubifragi che hanno colpito con violenza la costa domenica mattina. Da inizio stagione, ovvero dai primi campionamenti eseguiti da Arpat ad aprile, si tratta del sesto stop alla balneazione in Versilia.

Unanime è la posizione dei Comuni colpiti che parlano di procedura per inquinamento di breve durata. I sindaci di Viareggio, Camaiore e Pietrasanta hanno firmato le ordinanze in attesa dell’esito delle controanalisi, che dovrebbe arrivare venerdì, salvando il weekend.

Giovanetti parla di sistema in tilt e punta il dito sulla Regione Toscana “che ha la competenza sulla balneabilità delle acque. Firenze deve tirare fuori i soldi”  per il potenziamento dei depuratori e degli allacci. Replica l’assessore regionale Federica Fratoni. “L’accordo di programma va avanti col massimo impegno ma occorre dare una forte accelerazione” – spiega, sollecitando i Comuni a premere sul “contrasto agli scarichi abusivi”.

Alessandro Del Dotto chiede invece il completamento degli spandenti a mare a largo della fossa dell’Abate, di cui si parla da più di un anno. Cofinanziati dalla Regione, da Camaiore e Viareggio. Da quest’ultimo, come spiega Del Dotto, si attendono gli atti per avviare la gara.

Dunque, per due giorni il mare in mezza Versilia è off limits. Anche se, come mostrano le immagini, sono in pochi a rispettare i divieti. E nessuno si vede in spiaggia a farli rispettare.

 

 

Commenti

9

  1. Gloria Grancelli


    È vergognoso! È una situazione che si trascina di anno in anno da tempo immemorabile senza che si proceda nel senso dei depuratori e del contrasto agli scarichi abusivi.Lo scorso anno a mio marito bastò un bagno in mare in zona pontile per rimediare un’otite batterica che gli ha compromesso l’intera estate.Ha scritto lettere ovunque, ricevendo in risposta al massimo qualche espressione di rammarico…


  2. E’ incredibile! come è possibile che una situazione del genere NON venga affrontata dagli amministratori! la bellezza della Versilia , che trova nel mare il suo punto di forza, inficiata, degradata e svilita dal fatto che NON si mettono i depuratori sulla Fossa dell’Abate! Probabilmene/sicuramente per una mero e squallido problema di valutazione politica locale… i depuratori costano, e obbligare a farli installare rischia di far perdere consenso; il problema è sempre questo, la incapacità di amministrare bene, la poltrona, vergogna!.. allora si proferisce sorvolare, glissare ricorrere a pagliativi…E’ necessario subito far depurare tutti gli scarichi, ricollegarli al sistema fognario e far si che la Fossa dell’Abate porti solo acqua meteorica a mare. E’ anche semplice, come fa un Sindaco a NON capirlo? Se vuole gli faccio un disegno, … deve far interdire gli scarichi diretti e far installare i depuratori o collegare gli scarichi !!!


  3. Da torre del lago ala darsena erano anni che non si vedeva un acqua così pulita !


  4. Forte dei Marmi tutto ok ma


  5. Fatemi capire, la regione toscana spende 200.000 euro per portare al largo la merda (con gli “spandimenti a mare”), invece di ridolvere il problema “a monte”, allacciando le fognature oppure pontenziando i depuratori? Bravi, bravi davvero.

  6. sergio busembai


    bisognerebbe che tutti i turisti chiedessero i danni agli stabilimenti balneari per aver pagato un servizio e non potendo fare il bagno chiedessero indietro parte dei soldi spesi


  7. Bene, i cani nemmeno in spiaggia libera e non ti danno le alternative perché se ne sbattono altamente, il bagno non si può fare se non solo a Forte perché li l’acqua è pulita….purtroppo bisogna cambiare litorale e lo dico con vero dispiacere ma questo menefreghismo x tutto ha stancato.


  8. Veramente rappresentativo dei nostri tempi anche se in versiglia si deve parlare di secoli.
    Dovremmo smettere di scegliere come meta vacanze la Toscana, forse questo è l’unico modo per far decidere gli amministratori a fare qualche cosa di incisivo.
    Ma noi Italiani di solito, preferiamo girare la testa e nicchiare.
    Parlo anche per me che finiró li anche quest’anno in vacanza….. FORSE.
    Mia figlia ha sposato uno di li ma loro,
    Li in vacanza non ci vanno più da un pezzo….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.