Lucchese corsara anche a Chieri; altri tre punti per continuare a…sognare

CALCIO D - Lucchese impegnata sul campo del temibile Chieri del "lucchese" Massimo Morgia. Gara insidiosa che Monaco (al rientro in panchina) affronta rispolverando il più accorto 4-3-3. Bello e avvincente il match è deciso da una rete del giovane centrocampista Fazzi al quarto d'ora del primo tempo.

-

 

Anno nuovo ed è subito…girone di ritorno. La Lucchese riparte da Chieri, hinterland torinese (a 16 km dalla città della Mole). Al “Piero De Paoli” contro gli azzurri guidati dal “lucchese” Massimo Morgia la formazione rossonera si presenta col più saggio e tatticamente accorto 4-3-3. Splende il sole e, considerato che siamo al 5 gennaio, non fa neppure troppo freddo. Monaco torna in panchina dopo due giornate di squalifica e sceglie Nannelli e Vignali sugli esterni a sostegno di Iadaresta. Arbitra Madonìa di Palermo. Avvio di gara subito frenetico e vivace. Al 14esimo la Lucchese sblocca il match con una rete di Filippo “Pippo” Fazzi che riprende una respinta del portiere su tiro di Nannelli. E’ il terzo sigillo stagionale per il giovane mediano rossonero, lucchese doc. Sull’abbrivio del meritato vantaggio la Lucchese insiste e si porta con una certa insistenza in avanti. Il Chieri di Morgia prova a reagire e la partita è anche bella. Quasi allo scadere della prima frazione di gioco (38′) il Chieri sfiora il pareggio ma la conclusione di Silenzi si stampa sul palo. Si va al riposo con la Lucchese avanti 1 a 0 ma la partita è aperta e anche ben giocata dalle due squadre. In avvio di secondo tempo la Lucchese (4) ha subito una buona occasione ma Nannelli non la sfrutta. Lucchese in controllo e autoritaria. Monaco inserisce la rapidità di Remorini per la tecnica di Vignali. Ora la partita è combattutissima: si lotta su ogni pallone. Lucchese ancora vicina al 2 a 0 con un colpo di testa del suo capitano Maikol Benassi. Col passare dei minuti il Chieri però comincia a spingere e costringe la Lucchese sulla difensiva. Pantera che agisce in contropiede: Remorini mette fuori d’una bava. All’incedere del 90esimo il Chieri resta in dieci per l’espulsione di Conrotto. Il finale è palpitante: 4′ di recupero. Ma il risultato non cambia. La Lucchese conferma la propria straordinaria solidità e vince con pieno merito la sesta gara consecutiva. Ora in classifica i rossoneri sono solitari al secondo posto ad un solo punto dalla capolista Prato. E domenica arriva il Borgosesia mentre il Prato sarà di scena al Buon Riposo contro il Seravezza.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.