Domenica senza turisti, un tuffo nel passato

LUCCA -  C'è un'atmosfera da domenica di primavera anni 80 a Lucca in questo primo fine settimana di fase 2, quando alle prime giornate di sole la città si svuotava dei residenti che si recavano al mare o in montagna e il centro - che ancora non era la meta del turismo internazionale che lo caratterizza adesso - restava ai pochi che rimanevano in città.

-

Ecco, questa è l’impressione che abbiamo avuto percorrendo il Fillungo, piazza San Michele, l’anfiteatro. Luoghi che siamo abituati a vedere affollati da turisti tedeschi, americani e giapponesi e che adesso restano deserti o quasi. Molti però i ristoratori che hanno colto subito l’occasione di poter riprendere l’attività, anche se in questo momento più per un bisogno psicologico che per veri e propri guadagni.

Ma sono ancora molti invece, i tavoli non ancora apparecchiati e le saracinesche chiuse. Si attende giugno e l’arrivo del tanto invocato turismo interno, sperando che le famiglie italiane abbiano veramente voglia di spostarsi.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.