Deruba due infermiere dell’ospedale: denunciato un tunisino

CAMAIORE - Un tunisino di 40 anni, senza fissa dimora, è stato denunciato dalla polizia per furto aggravato e indebito utilizzo di carta di credito dopo un furto al personale infermieristico dell’ospedale Versilia.

-

Un tunisino di 40 anni, senza fissa dimora, è stato denunciato dalla polizia per furto aggravato e indebito utilizzo di carta di credito dopo un furto al personale infermieristico dell’ospedale Versilia.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, a metà settembre, due infermiere del reparto terapia intensiva, avevano denunciato il furto, durante il turno notturno, di effetti personali, tra cui bancomat e carte di credito.

I poliziotti localizzavano, a Torre del lago, un ufficio postale ed una banca in cui erano stati utilizzate le carte, con un prelevamento di circa 1200 euro.

Gli immediati accertamenti, consistenti nell’analisi, non semplice, delle telecamere sia dell’ospedale che degli Istituti di credito, hanno consentito di verificare la corrispondenza fisica di un uomo, il quale, seppur parzialmente travisato, è stato individuato nel 40enne denunciato.

Quest’ultimo, in sintesi, accompagnato, a metà settembre, dai carabinieri di Viareggio in stato di arresto al nosocomio, per una frattura al polso aveva “studiato” le modalità di accesso all’ospedale; una volta libero, tornava nella struttura accedendovi da una porta riservata al personale dipendente e, con il favore dello scarso afflusso notturno, consumava il furto.

La meticolosa ricostruzione della vicenda consentiva di denunciare, in attesa di ulteriori e più incisivi provvedimenti, il tunisino per i reati indicati.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.