Il 31 gennaio la sentenza sulla strage di Viareggio, con l’incognita prescrizione

LUCCA - LUCCA -Un'ultima udienza che servira' ad espletare alcune questioni procedurali e poi la corte si richiudera' in camera di consiglio dalla quale uscira' con l'attesissima sentenza prevista per il 31 gennaio.

-

Iniziato nel novembre 2013 volge ormai al termine il processo di primo grado per il disastro ferroviario di Viareggio del 29 giugno 2009 nel quale persero la vita 32 persone. Nell’aula allestita al Polo Fiere di Lucca durante la penultima udienza sono stati ascoltati ancora gli avvocati difensori di alcuni dei 40 imputati, fra persone fisiche e societa’, chiamati alla sbarra. Per loro i pubblici ministeri della Procura di Lucca Salvatore Giannino e Giuseppe Amodeo hanno avanzato alla corte presieduta dal giudice Gerardo Boragine, richieste per oltre 250 anni complessivi di reclusione e pene pecuniarie per piu’ di sette milioni di euro. I familiari delle vittime si augurano che i tempi di chiusura vengano rispettati. Tutto cio’ avviene infatti quando stanno ormai per cadere in prescrizione reati gravissimi come l’incendio colposo e le lesioni gravi colpose.