Coltivatori in ginocchio per il freddo e per i furti di gasolio

VERSILIA - Il gelo di questi giorni rischia di mettere in ginocchio l'economia agricola della Versilia. Le temperature minime scese fino a – 7 gradi, ben al di sotto delle medie degli ultimi anni, spingono i coltivatori alla corsa al gasolio per riscaldare le serre e salvare le produzioni di fiori e ortaggi.

-

Con un aggravio di costi per le imprese fino al 30%. Agli sportelli di Coldiretti e Cia Versilia si registra un boom di richieste per acquistare carburante a prezzo agevolato. Un’impennata del 30%.

Ma lo sforzo economico per il riscaldamento rischia di evaporare a fronte dei continui furti subiti dalla imprese. Il freddo ha riacceso il mercato nero del gasolio. A subire l’ennesimo colpo è stato proprio il presidente di Coldiretti Lucca Cristiano Genovali, insieme ad altre imprese agricole del Brentino.

E’ un’escalation di furti senza fine quella subita dai coltivatori, specie tra Viareggio e Massarosa. Che tornano a sollecitare la Prefettura di Lucca per inasprire i controlli e installare gli impianti di videosorveglianza promessi.