I trend del mercato immobiliare a Forte dei Marmi

La bolla speculativa sugli immobili e la successivi crisi? Ormai sono alle spalle, in Versilia si torna a vendere a prezzi accettabili e la domanda di acquisto non manca. Questo nonostante vari studi siano concordi nell’affermare come la pandemia abbia comunque spinto molte persone che possono permettersi un tenore di vita alto ad acquistare seconde case e ville pregiate nelle zone di vacanza.

Sì, da quest’anno – spiega Fabrizio Zanetti, amministratore unico di Roma Imperiale Luxury Services a Forte dei Marmi – stiamo finalmente assistendo a un’inversione di tendenza. C’è stato un periodo in cui sono arrivati investitori stranieri, specialmente russi, che hanno portato il mercato a cifre molto alte e di conseguenza anche i venditori avevano cominciato ad avere pretese di un certo livello. L’importante flusso di turisti che abbiamo avuto in estate ha indotto diversi venditori a tenere alti i prezzi, ma ultimamente qualcosa è cambiato, chi vuol vendere un immobile sta cominciando a capire che deve abbassare la sua richiesta perché se il prezzo è giusto la trattativa va in porto facilmente”.

Stiamo parlando di prezzi medi che a Forte dei Marmi possono andare dai 5 agli 8-10mila euro al metro quadro, comunque molto superiori a quelli del resto della Toscana, poco sotto i 2.500 euro al metro quadro.

Dunque, sostiene Zanetti, domanda e offerta possono incontrarsi meglio rispetto al passato: “Ma certo, anche perché, ripeto, di possibili acquirenti ce ne sono tanti e non soltanto stranieri – prosegue Sergey Bashkyrtsev, presidente del CdA di Roma Imperiale –. Parlo ovviamente di Forte dei Marmi e dintorni perché questa è l’area in cui la nostra agenzia è specializzata. E il nostro lavoro, alla fine, serve pure a questo: a calmierare il mercato. Però un modo c’è anche per poter concludere affari ancora migliori”.

Quale? “Sono appena rientrato da un giro qui al Forte – conclude Zanetti –. Nel raggio di pochi chilometri ho individuato una decina di immobili che attualmente sono messi un po’ male, ma che ritengo possano rinascere a vita nuova con piccoli interventi qualificanti, grazie anche alla collaborazione con l’architetto Lera. Una volta realizzati, una volta trasformati questi edifici, non soltanto sarà meno complicato vendere, ma il loro valore sarà notevolmente più alto. Le do un dato: di media, le operazioni immobiliari della nostra agenzia Roma Imperiale Luxury Services capitalizzano in due anni dal 15% al 35% del budget investito”.