A dieci anni da ”Ground Zero”

LUCCA - La chiesa del Crocifisso, da tempo chiusa al pubblico, riaprira' per accogliere un presepe che racconta, sviluppandosi come un sentiero, cosa e' accaduto nel mondo dall'attentato alle Torri Gemelle ad oggi.

-

Il progetto della nativita’ e’ stato elaborato dal grafico Alessandro Sesti e subito sposato dall’Arcidiocesi lucchese, che l’ha presentato nel salone della Curia. Il presepe occupera’ tutta la chiesa sviluppandosi come un cammino, dalle macerie delle guerre alla speranza di Gesu’ che viene alla luce. L’allestimento scenografico e’ stato affidato ai carristi di Viareggio Emilio e Umberto Cinquini e sara’ pronto sabato 10 dicembre alle 16, giorno fissato per l’inaugurazione.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento