Incognita sul futuro della Provincia

LUCCA - I presidenti dei 107 consigli provinciali italiani, Andrea Palestini in rappresentanza di quello lucchese, si sono riuniti a Roma per discutere del futuro dopo i tagli annunciati da Monti.

-

Un futuro imminente perche’, salvo novita’ dettate in Parlamento, la ”cura dimagrante” per le Province scattera’ ad aprile e l’entratra a pieno regime e’ prevista entro novembre 2012. Tempi stretti e, al momento, avari di certezze: dovrebbe toccare alle Regioni stabilire come ridurre a dieci il numero dei consiglieri nelle Province di competenza (a Lucca l’assemblea ne conta 24, incluso il presidente). I ”reduci” svolgerebbero una funzione di controllo nei confronti dell’esecutivo, composto solo dal presidente della Provincia causa abolizione degli assessori (sette, per Lucca). Con un risparmio, a livello nazionale, stimato in 90-100 milioni di euro e sempre che nel frattempo non ci siano nuove disposizioni visto che, come ha dichiarato Monti, ”saranno assecondate le iniziative di legge che vadano verso la cancellazione delle Province”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento