Comitati fuori dal tavolo istituzionale

MASSAROSA - Chiusura di Franco Mungai, presidente del consorzio tra i Comuni versiliesi che sta trattando con Veolia la dismissione dell’inceneritore di Falascaia, ai cittadini che da 11 anni contestano l’impianto.

-

A Mungai i comitati hanno presentato quattro richieste. Quanto costa dismettere l’inceneritore; di verificare perche’ le spese di conferimento dei rifiuiti per i Comuni sono passate da 115 a 134 euro a tonnellata nel 2008, quando l’impianto funzionava a singhiozzo; poi, di accendere la terza linea di selezione all’impianto di Pioppogatto, mai partita ma gia’ pagata dai cittadini in bolletta; infine, un posto nei tavoli tecnici istituzionali. Mungai ha garantito informazione completa sul futuro di Falascaia e l’impegno a verificare l’impennata delle tariffe 2008. ‘‘L’azienda Ersu – ha aggiunto il sindaco – e’ interessata all’uso del capannone dell’inceneritore per lavorare i rifiuti ingombranti’’. Su Pioppogatto: ‘‘La terza linea e’ spenta – ha detto Mungai – perche’ non ci sono rifiuti a sufficienza. La Versilia ne produce meno di 80 tonnellate l’anno, stiamo cercando un accordo con altri Comuni e Province per arrivare a 110’’. Infine, secco no ai lavori del Cav presenziati dai cittadini: ‘‘Se uno vuol fare politica – ha concluso Mungai – ci mette la faccia e si fa eleggere’’.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento