Forte dei Marmi cala il settebello

HOCKEY A1 - Il derby va ai rossoblu che espugnano la pista del CGC e agganciano i campioni d’Italia al secondo posto della classifica. Decide una tripletta di Borja Gimenez. Entusiasmo alle stelle nell’entourage fortemarmino.

-

8_1_12__hockey_crudeli.jpg

3. 7 e 47. Forse a Forte dei Marmi qualcuno alla fine giochera’ questi numeri al lotto. Intanto i rossoblu hanno fatto saltare il banco andando a vincere per 3 a 2, e con pieno merito, il derby numero 47, appunto, della storia sulla pista dei campioni d’Italia del CGC Viareggio. Settima vittoria consecutiva per la squadra di Roberto Crudeli (nella foto) e magnifica tripletta del re della nottata: Alvaro Borja Gimenez. Palabarsacchi quasi esaurito per un derby che dopo molti anni torna a valere per lo scudetto e dintorni. La sensazione e’ che il Forte sia avversario piu’ che credibile. Ed infatti…Il match e’ equilibrato nei primi dieci minuti con Stagi che si esalta in un paio di prodigiosi interventi, soprattutto su Motaran. Ma e’ il Forte a passare all’11esimo con Gimenez che ribadisce in rete dopo una respinta del portiere Barozzi. La gara e’ bella e propone continui capovolgimenti di fronte. Su uno di questi ancora il terribile catalano porta il Forte sul 2 a 0. Clamoroso ma non troppo per quanto si e’ visto. Nella ripresa emergono nitide pero’ l’orgoglio e la classe del Centro. La pressione dei bianconeri e’ asfissiante e alla fine produce i suoi frutti. Alberto Orlandi accorcia le distanze per un palaBarsacchi che riprende tono e calore. Ora il CGC ci crede e a tre minuti dalla fine perviene al pareggio ancora con Orlandi su punizione dal limite. Sembra scritto il pari ma ancora Gimenez appostato sul palo anticipa tutti per il punto del 3 a 2. Il CGC si rovescia in avanti con la forza della disperazione: Stagi si oppone prima a Garcia e poi ad Orlandi ma quasi allo scadere sono i rossoblu a sprecare un rigore con Gimenez. Finisce con la vittoria del Forte dei Marmi del presidente Piero Tosi che aggancia in classifica i rivali di sempre e puo’ continuare ad accarezzare un sogno i cui limiti e confini sono ancora inesplorati.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento