Il Pd si ricompatta; Tambellini candidato

LUCCA - Dopo il summit di Firenze, questa mattina stretta di mano tra il candidato a sindaco e Stefano Baccelli. ‘Da oggi tutti uniti per Alessandro’ ha detto il presidente della Provincia.

-

Dopo settimane di tensione, il Pd ha celebrato il giorno della pace nella sede di piazza San Francesco. Il presidente della provincia Baccelli accolto da un applauso al suo arrivo, poi la stretta di mano con Alessandro Tambellini sanscisce il patto siglato la sera prima a Firenze davanti al segretario regionale del partito Andrea Manciulli: Baccelli ritira la richiesta di primarie, Tambellini rimane il candidato a sindaco e si impegna ad aprire la coalizione all’area moderata lucchese, intesa piu’ come insieme di aggregazioni civiche che partiti tradizionali. Il sondaggio commissionato dal partito? Alla fine, dopo le confuse indiscrezioni di giovedi’ sera, sono stati forniti i dati ufficiali. Baccelli batterebbe gli avversari con il 56%, Tambellini con il 54%. Presidente della Provincia avanti quindi, ma la rilevazione ha fatto emergere comunque anche Tambellini come candidato forte. Da qui l’accordo; Tambellini rimane candidato ma accoglie le istanze di apertura al centro avanzate da Baccelli. E lo stesso capogruppo Pd in consiglio comunale ha indicato proprio in Baccelli la persona in grado di intercettare e portare le aree moderate nel campo del centrosinistra. ‘’L’epilogo di questa storia – ha detto Baccelli – dimostra come non mirassi ad ottenere una nuova poltrona ma semplicemente avessi a cuore il futuro di questa citta. L’apertura al centro la concepisco non come lo scaricare la sinistra ma come allargamento della coalizione’’. ‘’Una bella giornata per il Pd – ha detto il segretario regionale Manciulli – il partito ha si e’ dimostrato forte e unito. E il dato piu’ significativo del sondaggio e’ che la citta’ ha voglia di cambiare e guarda con decisione a noi’’. ‘’Ma non diamo niente per scontato – ha detto Tambellini – questa e’ una citta’ complessa. Andiamo avanti passo dopo passo’’.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento