Le Mura in ansia per la Corradini

BASKET A1 - L’infortunio alla mano destra rischis di tener fuori un mese la forte playmaker biancorossa. Seppur battuta a Taranto la squadra ha giocato bene. Domenica arriva Priolo e si spera di recuperare almeno la Andrade.

-

31-01-12-lemura.jpg

Le Mura torna da Taranto con una sconfitta che possiamo definire onorevole al cospetto della capolista ma soprattutto e’ rientrata alla base con un forte senso di preoccupazione per la situazione infortunate. Mery Andrade e in particolare Licia Corradini tengono in ansia e non poco la societa’ biancorossa. Tornando alla gara sul parquet delle pugliesi va subito detto che Diamanti ha dovuto affrontarla senza la Andrade che ha sentito pizzicare il polpaccio nel riscaldamento. Un bel guaio per una compagine che fa leva sull’esperienza, la forza e la regia illuminata della portoghese. Nonostante la Andrade costretta ad osservare dalla panchina la gara delle biancorosse e’ stata davvero bella e di notevole spessore tecnico. Il primo-quarto si chiudeva con il Cras Taranto in vantaggo 17 a 16 ma con Le Mura pronta a ribattere colpo su colpo grazie anche ad una ispiratissima Beba Bagnara. Anche nel secondo minitempo la partita filava via equilibrata almeno fino al momento in cui anche Licia Corradini doveva alzare bandiera bianca per un problema alla mano destra che rischia di metterla ko per un mese circa. Da li’ in avanti la squadra ha fatto del suo meglio costretta a giocare con le tre lunghe (Willis, Hampton e Ruzickova) contemporaneamente in campo. Inesorabilmente il Taranto di coach Ricchini allungava fino ad imporsi col punteggio di 76 a 67. Ma Lucca e’ uscita dal campo a testa alta anche se con qualche logico rimpianto per quello che poteva essere e non e’ stato. Ed ora anche la sfida interna di domenica prossima contro la Trogylos Priolo diventa ancor piu’ complicata: per gli infortuni suddetti e per i rinforzi della compagine siciliana.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento