Tenta di uccidersi in carcere

LUCCA - Drammatico episodio nel carcere di San Giorgio. Un detenuto extracomunitario ha tentato di impiccarsi e l’intervento di un agente di polizia penitenziaria ha scongiurato il peggio. Lo ha riferito il Sappe.

-

L’episodio e’ stato riferito dal sindacato autonomo di polizia penitenziaria, il Sappe che denuncia il sovraffollamento della seconda sezione del carcere lucchese. Attualmente spiega il sindacato, vi sono detenute quarantotto persone, più del doppio della capienza consentita. E il Sappe rincara la dose, svelando altri episodi avvenuti pochi giorni fa. Sempre nella stessa sezione, sarebbe stato aggredito un agente e mercoledì un detenuto extracomunitario avrebbe minacciato, con dell’olio bollente, diversi colleghi. Nonostante gli inviti rivolti al Provveditorato Regionale della Toscana e alla Direzione ad adottare provvedimenti concreti, conclude il sindacato, ad oggi nulla è stato fatto.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento