Una brutta ArcAnthea cade a Cecina

BASKET DNB - Una delle peggiori prestazioni stagionali dei biancorossi sconfitti 83 a 63 dalla frizzante squadra labronica. Parente e Drocker non riescono ad evitare il tracollo. E Lucca perde anche il primato in classifica.

-

Sconfitta per l’ArcAnthea nel derby contro Cecina, che dimostra di essere in un periodo magico e continua la sua rincorsa verso i piani alti. Gia‘ in avvio di gara i rossoblu dimostrano di essere in stato di grazia partendo a testa bassa con un 15 a 5 infarcito di ritmi vertiginosi. Lucca si avvale di capitan Drocker che suona la carica siglando 5 punti di fila ma in attacco la squadra di Campanella e’ micidiale e trova buone soluzioni in ogni frangente. A quel punto sale in cattedra Davide Parente che con le sue scorribande riporta vicino i suoi ma il motivo dominante dei primi 20 minuti e’ la grande vena offensiva dei padroni di casa: Cappa e Vallini ispiratissimi mitragliano la retina lucchese e portano Cecina fino al +12. Un buon impatto di Russo dalla panchina ed il solito Parente limitano i danni ma l’ArcAnthea paga a caro prezzo la molte seconde chance concesse. Cappanni e Bertolini fanno la voce grossa sotto le plance. Coach Russo rilancia Andrea Barsanti dopo due settimane di assenza e la squadra trova equilibrio. Cecina prova ancora a scappare ma Scrocco mette 8 punti di fila e la partita resta aperta. Dopo le folate offensive del primo tempo inevitabilmente le percentuali si abbassano: nell’ultimo parziale le due squadre mettono insieme la miseria di due canestri in quasi 6 minuti di gioco ma la partita subisce la svolta decisiva svolta su un paio di fischi avversi al team biancorosso: i tanti liberi conseguenti alle penalita’ scavano il solco definitivo che si dilata fino al +20 finale (83-63) con Vallini e compagni che chiudono in festa mentre all’ArcAnthea non resta che ringraziare i supporter calati a Cecina in buon numero. Una sconfitta che costa il primo posto in classifica (il Royal Castellanza e’ tornato solitario) ma anche da archiviare in fretta. Sabato prossimo (ore 18) al Palatagliate arriva la Sangiorgese e la marcia va subito ripresa.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento