A rischio la raccolta delle olive

PROVINCIA DI LUCCA - Il freddo e il gelo prolungato che nei giorni scorsi ha stretto in una morsa la Toscana preoccupa i produttori olive e olio.

-

Reduce da una campagna olivicola abbondantemente al di sotto del potenziale (-30-40%) a causa del mix caldo-siccità che si è protratto fino a dicembre inoltrato, l’agricoltura toscana teme ora che le gelate siberiane ed i vari blizzard “raffreddino” ulteriormente i livelli di produzione. A confermare la preoccupazioni è Fabrizio Filippi, Presidente del Consorzio Olio Extravergine Toscano Igp che sta monitorando con attenzione la penetrazione delle gelate all’interno delle piante. La situazione è per ora sotto controllo in tutta la Toscana dove ci sono circa 10 mila produttori, 300 frantoi e oltre 6 milioni le piante iscritte al Consorzio – ma ci sono già i primi inevitabili casi di olivi danneggiati.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento