Balneari di nuovo alla carica contro le aste

VIAREGGIO - il Comitato per il salvataggio e le imprese del turismo italiano, che si batte contro la messa all’asta delle concessione demaniali, ha chiamato a raccolta i balneari di tutta Italia, mercoledì prossimo, a Viareggio.

-

Torna alla carica il Comitato per il salvataggio delle imprese del turismo italiano, guidato da Emiliano Favilla e Fabrizio Maggiorelli, che si batte contro la messa all’asta delle concessione demaniali.
Il Comitato ha chiamato a raccolta i balneari di tutta Italia, mercoledi’ prossimo, a Viareggio.
Obiettivo, impedire colpi di mano contro la categoria in vista dell’i ncontro del 23 febbraio a Roma con i ministri agli affari europei Moavero e al turismo Gnudi.
‘In questi giorni stanno arrivando segnali preoccupanti – spiega in una nota il Comitato – i sindacati Oasi e Federbalneari, poco rappresentativi della categoria, hanno fatto pervenire ai due ministri documenti dove vengono proposte e regolamentate le aste, contro le quali noi invece ci battiamo’.
Ma soprattutto, risulta che all’incontro non sono stati convocati ne’ il Comitato ne’ i senatori Granaiola e Baldini, che su sollecitazione dei balneari avevano richiesto di confrontarsi con i due ministri.
Il timore e’ che il governo possa decidere a sorpresa la messa ad evidenza pubblica delle imprese balneari esistenti.
Il Comitato ha quindi convocato un’assemblea generale di balneari mercoledi’ prossimo a Viareggio, con la presenza di delegazioni provenienti da tutta Italia, per discutere iniziative comuni.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento