I nomadi contro l’assessore Monticelli

LUCCA - Dura replica dal campo di via delle Tagliate dopo l’affermazione dell’amministratore negli studi del TgNoi: ‘‘Spesso - aveva detto Monticelli - le persone in difficolta’ non aderiscono ai progetti di sostegno del Comune’’.

-

Fra le roulotte fatiscenti parcheggiate davanti alla nuova struttura coperta del campo Coni e in mezzo a cumuli di sporcizia e falo’ improvvisati per scaldarsi, i nomadi (in settanta vivono qui, anziani, giovani e bambini) hanno replicato con rabbia all’amministratore: ‘‘Tutti hanno fatto domanda per una casa – hanno detto i nomadi – ma non e’ stata data a nessuno. E nessuno si e’ presentato qui per darci assistenza nei giorni piu’ freddi’’. Da venti giorni poi il Comune ha staccato la corrente elettrica e ora al campo devono arrangiarsi con stufe a legna e a gas e convivere con la minaccia (spesso fatale) di esalazioni e corto-circuiti. Com’è gia’ accaduto ad uno degli abitanti, nei giorni scorsi, morto nella sua roulotte mentre combatteva con il freddo.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.