I nomadi contro l’assessore Monticelli

LUCCA - Dura replica dal campo di via delle Tagliate dopo l’affermazione dell’amministratore negli studi del TgNoi: ‘‘Spesso - aveva detto Monticelli - le persone in difficolta’ non aderiscono ai progetti di sostegno del Comune’’.

-

Fra le roulotte fatiscenti parcheggiate davanti alla nuova struttura coperta del campo Coni e in mezzo a cumuli di sporcizia e falo’ improvvisati per scaldarsi, i nomadi (in settanta vivono qui, anziani, giovani e bambini) hanno replicato con rabbia all’amministratore: ‘‘Tutti hanno fatto domanda per una casa – hanno detto i nomadi – ma non e’ stata data a nessuno. E nessuno si e’ presentato qui per darci assistenza nei giorni piu’ freddi’’. Da venti giorni poi il Comune ha staccato la corrente elettrica e ora al campo devono arrangiarsi con stufe a legna e a gas e convivere con la minaccia (spesso fatale) di esalazioni e corto-circuiti. Com’è gia’ accaduto ad uno degli abitanti, nei giorni scorsi, morto nella sua roulotte mentre combatteva con il freddo.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento