Il Comune sfratta il mercato ortofrutticolo

LUCCA - Sono arrabbati e delusi gli operatori del mercato di Pulia: il 31 dicembre scadrà la concessione degli spazi e il Comune ha annunciato che non la rinnoverà perchè la struttura sarà utilizzata per altri scopi.

-

Con la fine del 2012 un pezzo di storia di Lucca se ne andrà in archivio per sempre, ma i protagonisti di questa storia non ci stanno. Sono arrabbiati e delusi gli operatori del mercato ortofrutticolo di Pulia, lo storico mercato che ogni mattina, dal 1972, e’ un punto di riferimento per cittadini e produttori locali che qui trovano il punto di incontro ideale fra domande e offerta. Il 31 dicembre scadra’ la concessione degli spazi e il Comune di Lucca ha annunciato che non la rinnovera’. Al momento l’amministrazione comunale non ha fornito agli operatori un’alternativa e dunque a fine anno queste persone e i loro dipendenti, almeno 80 famiglie in totale, si troveranno senza un luogo dove lavorare. Ma secondo gli operatori del mercato una soluzione si puo’ sempre trovare. Il Comune ha dichiarato che ogni anno spende mezzo milione di euro per tenere aperto il mercato, ma gli operatori sono sconcertati visto che loro oltre alla concessione pagano anche tutte le altre utenze. All’epoca della giunta Fazzi si era parlato di ristrutturare questa ala del mercato, liberando il resto della struttura. ‘’Non ne abbiamo piu’ sentito parlare – dicono gli operatori -, ma a questo punto abbiamo bisogno di risposte’’.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento