La sfida alla crisi di Confcooperative

LUCCA - In quattro anni, nonostante la crisi, gli associati di Confcooperative sono aumentati da 119 a 156, con quasi 13mila soci ed oltre 3200 addetti. E’ emerso nel corso dell’assemblea provinciale dell’organizzazione.

-

L’orgoglio delle cooperative lucchesi va in scena nell’assemblea provinciale 2012 di Confcooperative. Un orgoglio legittimato dalle cifre. In tempi di crisi, ha spiegato il presidente Giuliano Borselli, la cooperazione lucchese non licenzia, non delocalizza e non alza bandiera bianca. Anzi, i dati dimostrano che le cooperative a Lucca sono in crescita. In quattro anni gli associati di Confcooperative sono aumentati da 119 a 156, con quasi 13mila soci ed oltre 3200 addetti. Durante l’assemblea sono state evidenziate le nuove sfide che si pongono davanti al mondo della cooperazione, per progettare sviluppo e occupazione anche nelle privatizzazioni dei servizi, come la sanita’, l’energia e l’ambiente. Ed e’ stato sottolineato il ruolo delle cooperative sociali, che partecipano con passione e impegno al welfare della provincia.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento