Metalmeccanici in sciopero contro il Governo

PIETRASANTA - Uno sciopero di quattro ore per ogni turno di lavoro e un presidio simbolico di fronte al Comune di Pietrasanta. Cosi’ i lavoratori metalmeccanici della provincia di Lucca hanno aderito alla mobilitazione regionale.

-

Sotto accusa la paventata abolizione dell’articolo 18, che tutela i dipendenti dal licenziamento senza giusta causa, e la rivisitazione della cassa integrazione annunciata dal ministro del lavoro. La cassa straordinaria non si tocca, ha detto il segretario Versilia della Fiom Cgil Lamberto Pocai, perche’ questo strumento sta salvando nel nostro territorio centinaia di famiglie. La delegazione e’ stata accolta in municipio. La Fiom Cgil ha consegnato al sindaco di Pietrasanta Lombardi e all’assessore di Seravezza Bartelletti un documento in cui si chiede una marcia indietro del Governo. Le due amministrazioni comunali versiliesi si sono impegnate a farsi portavoce, presso il premier Monti e il ministro Fornero, delle richieste dei lavoratori.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento