Neve: disagi sulle strade e blackout elettrici

PROVINCIA DI LUCCA - Grazie alla chiusura di molte scuole e all’organizzazione della Protezione Civile, i disagi legati alla nevicata di martedi’ sono stati limitati. I problemi principali nei collegamenti Lucca-Viareggio.

-

Una lieve spolverata in Versilia, una decina di centimetri nella Piana di Lucca, fino a 40 centimetri in Garfagnana. Ha raggiunto tali livelli la nevicata che sin dal primo pomeriggio di martedi’ ha interessato tutta la provincia di Lucca. La decisione di molti Comuni di chiudere le scuole in via precauzionale e’ servita perche’ chi si e’ messo in viaggio lo ha fatto solo per andare a lavoro e per le vere necessita’. La macchina della protezione civile, sia a livello provinciale che dei singoli comuni, ha funzionato. Le arterie principali della Piana sono state percorse da mezzi spargisale e spazzaneve. Qualche disagio, comunque, c’e’ stato. In particolare per molte ore sono stati difficili i collegamenti Lucca-Viareggio. L’autostrada Bretella e’ rimasta chiusa fino alle 11 del mattino, mentre il Monte di Quiesa, dopo la chiusura di martedi’ notte, e’ stato riaperto solo intorno alle 9:30 di mercoledi’ e per alcune ore e’ stato transitabile solo con catene o gomme termiche. Altri problemi si sono verificati nella frazioni di Trassilico e Vergemoli in Garfagnana, a Coreglia e Pascoso in Mediavalle, nella Brancoleria, a Balbano e Chiatri in lucchesia. Gli autobus hanno circolato di conseguenza con disagi tutto sommato limitati. Anche le linee ferroviarie hanno retto abbastanza bene alla nevicata. I treni hanno viaggiato regolarmente seppur con ritardi e qualche soppressione. Di circa 20 minuti i ritardi sulle linee Lucca-Aulla e Lucca-Pisa. Superiori ai 30 minuti sulla linea Firenze-Lucca-Viareggio. I problemi, pero’, la neve non li ha causati solo sulle strade. Il disagio principale e’ stato per le frazioni che hanno subito i black-out elettrici, come a Meati dove un cavo tranciato ha lasciato senza elettricita’ alcune famiglie per molte ore. Nonostante il lavoro delle squadre Enel, altri blackout hanno interessato alcune zone di Piano di Conca e Piano del Quercione e temporaneamente numerose aree della provincia.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento