Pdl e Udc, divisioni interne sui candidati

LUCCA - Secondo via libera del Pdl alla ricandidatura di Mauro Favilla. Nel partito cinque consiglieri potrebbero optare per l’appoggio a Fazzi. Ma anche nell’Udc si prospetta un’esodo verso il sostegno a Favilla.

-

21_02_12_politica_lucca.jpg

Mauro Favilla continua la sua lenta marcia di avvicinamento verso la ricandidatura a sindaco di Lucca. Lunedi’ sera gli stati generali del Pdl ed il nuovo coordinamento provinciale presieduto da Giovanni Santini hanno di nuovo indicato il suo nome come quello di candidato. Adesso, per l’ufficializzazione, manca solo l’imprimatur del segretario nazionale del partito, Angelino Alfano. Ma la ricandidatura Favilla e’ destinata a provocare defezioni nel Pdl lucchese. I consiglieri comunali Lido Fava e Massimo Checchia, gia’ schierati con Pietro Fazzi, candidato dell’Udc, a questo punto potrebbero uscire dal partito. E altri tre consiglieri, Nicola Buchignani, Gabriele Torri e Alessandro Venturi, anch’essi contrari alla conferma di Favilla e vicini a Fazzi, sarebbero pronti a lasciare il gruppo consiliare.
La fuga dal Pdl verso Fazzi potrebbe pero’ essere controbilanciata da un mini esodo in direzione opposta, dall’Udc in direzione Favilla.
All’interno dello scudocrociato si sono gia’ espressi contro l’appoggio a Fazzi sia il presidente di Sistema Ambiente Ilario Buchignani che il capogruppo in consiglio, Mauro Garbini. Ed anche l’assessore e vicesindaco Angelo Monticelli vorrebbe continuare la sua esperienza amministrativa con Favilla.
Nelle prossime settima questi ed altri esponenti dell’Udc si troveranno a dover scegliere tra l’appoggio a Favilla e l’appartenenza al partito.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento