Sicurezza sul lavoro, l’allarme della Fiom

VIAREGGIO - Allarme dei sindacati sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, a 5 anni dalla morte dell'operaio sudafricano Joubert Thompson in un cantiere della Polo Nautico.

-

Il 23 febbraio del 2007 a Viareggio, nei cantieri della Polo Nautico moriva Joubert Thompson. Il giovane sudafricano mentre lavorava alla nave Romanza, cadde da nove metri in una zona in cui non erano state rispettate le normative sulla sicurezza. Cinque anni dopo Viareggio e i lavoratori della cantieristica hanno ricordato il tragico incidente. Un momento di forte commozione, durante il quale è stata scoperta la lapide posta nei locali del cantiere in memoria di Thompson. La cerimonia è stata organizzata in occasione del 25esimo congresso nazionale della Fiom-Cgil, che prende il nome dall’articolo uno della Costituzione: “Una repubblica democratica fondata sul lavoro”. Durante la mattinata è intervenuto il sindaco Lunardini, i legali che stanno segundo il processo Thompson. Poi hanno parlato i vertici della Fiom, aprendo una riflessione sulla questione della sicurezza sul lavoro, che ogni giorno in tutti i settori, in particolare quelli della metalmeccanica e’ messa in discussione. Secondo Lamberto Pocai della Fiom-Cgil viareggina, in molti cantieri vige una situazione talmente difficile che sembra di essere tornati nel periodo antecedente il testo unico sulla sicurezza dei luoghi di lavoro. Durante la mattina sono intervenuti anche esponenti della Asl e di altre aziende ed è stata l’occasione per affrontare la questione dei diritti dei lavoratori, attualmente messi sempre più in discussione a cominciare dalla riforma dell’artcolo 18 dello statuto dei lavoratori. L’altro attacco alle normative sulla sicurezza, invece ha spiegato Massimo Braccini, segretario provinciale della Fiom-Cgil, si cela nel “Decreto semplificazioni 2012”, dove sono contenuti provvedimenti lesivi per la sicurezza e la dignità dei lavoratori. E’ il caso della normativa con cui si prevede che un’azienda, in virtù di autocertificazioni sui livelli di qualità, possa essere esonerata dai controlli sulla sicurezza. Alla manifestazione hanno preso parte anche i familiari della vittime del disastro ferroviario di Viareggio, i parenti di Matteo Valenti, altra giovanissima morte bianca di Viareggio. In merito alla vicenda giudiziaria di Joubert Thompson l’avvocato Marco Treggia ha detto che entro l’estate è attesa la sentenza del processo, che vede tra gli imputati, con l’accusa di omicidio colposo, i vari rappresentanti legali delle aziende coinvolte nella costruzione della nave Romanza.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento