Una speranza per i detenuti di Lucca

LUCCA - E' stato presentato questa mattina nel carcere di San Giorgio un progetto che punta al miglioramento delle condizioni di vita dei detenuti a Lucca.

-

E’ una situazione esplosiva quella del super affollato carcere di San Giorgio e a confermarlo è l’ultimo episodio di cronaca, il ferimento di sei agenti da parte di due detenuti tunisini che si erano barricati in una cella. Ma un primo segnale di speranza nel miglioramento delle condizioni di vita dei detenuti arriva grazie ad un progetto del Comitato San Francesco, presentato proprio all’interno delle mura del carcere e realizzato grazie al finanziamento della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. “Oltre i muri, dentro le mura” è il titolo dell’iniziativa grazie alla quale la biblioteca del carcere è stata arricchita di 300 volumi e sono stati avviati corsi di ginnastica tenuti da istruttori professionali. In più il Comitato San Francesco ha reperito per i carcerati forniture di beni di prima necessità, come la biancheria, ma anche materiale elettrico e piccole fornitue per provvedere ai lavori di manutenzione e riparazione della struttura.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento