8 marzo, tra mimose e impegno

LUCCA - “Duecento anni di donne e di impresa”. Con questo convegno la Prefettura, Provincia, Associazione industriali e Coordinamento dell’imprenditoria femminile hanno voluto celebrare l’8 marzo.

-

L’incontro, coordinato da Angela Buzzanca, Capo di gabinetto della Prefettura, e’ iniziato con il saluto delle autorita’. Poi Monica Guarraccino, storica dell’arte, ha parlato di Elisa Bonaparte, che Napoleone mise a capo del Principato di Lucca e Piombino. Donna attivissima ma poco amata, fu sovrana autoritaria e imprenditrice illuminata. La donna imprenditrice, duecento anni dopo, l’ha raccontata Lorna Vatta, a capo dell’ufficio strategie e tecnologie della Fabio Perini. Un’autobiografia divertente, tra difficolta’ e consapevolezza del proprio potenziale al femminile.
Ha chiuso l’incontro l’assessore provinciale alle pari opportunità Federica Maineri, che ha parlato del quotidiano impegno di Palazzo Ducale per il rispetto dei diritti delle donne imprenditrici oggi, a Lucca e dintorni.
Per concludere un ideale percorso, tra le imprese della principessa Elisa e il moderno fare impresa dei nostri giorni.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento