Duecento in corteo per l’articolo 18

VIAREGGIO - Alla manifestazione organizzata dalla Fiom-Cgil hanno partecipato addetti del comparto nautico e turistico, membri di Assemblea 29 giugno e anche una delegata della Fim-Cisl.

-

Un po’ di tensione c’è stata, quando il corteo dei lavoratori in sciopero contro la riforma del ministro Fornero è approdato nel piazzale di Polo Nautico. Con un po’ d’insistenza, alla fine anche i dipendenti (non tutti) del consorzio navale si sono uniti alla manifestazione organizzata dalla Fiom-Cgil in difesa dell’articolo 18.
“Ci preoccupa tutto l’impianto della riforma – ha dichiarato Lamberto Pocai, segretario versiliese della Fiom-Cgil – soprattutto perché non offre strumenti ai lavoratori per difendersi dai licenziamenti facili”.
“Aspettiamo il rinnovo del contratto integrativo alberghiero dal 1972 – ha ricordato Savino Lorusso, delegato dei lavoratori del settore per la Versilia – e chiediamo che gli hotel non vengano chiusi per essere trasformati in appartamenti”.
Dietro agli striscioni anche i membri di Assemblea 29 giugno, per chiedere il reintegro di Riccardo Antonini, ferroviere licenziato da Fs per aver dato assistenza tecnica ai familiari delle vittime della strage di Viareggio.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento