I giovani promotori della loro salute

CAPANNORI - I giovani in primo piano per diffondere i comportamenti salutari tra i coetanei: è questo lo spirito del progetto “Suona, guarda, parla con noi”, nato da un’idea di alcuni teenager della Piana.

-

L’iniziativa è curata dalla Asl 2 di Lucca, dal Comune di Capannori e dall’associazione “Ditestamia”, in collaborazione con il sert di Viareggio. Tre sono i momenti ideati per “Suona, guarda, parla con noi”. Quello di maggior rilievo riguarda le serate musicali. Per quattro settimane, all’interno di esercizi commerciali di Capannori, 24 band giovanili si sfidano per arrivare alla finalissima che si terrà il 30 aprile in piazza Aldo Moro, sul palco che ospiterà il concerto del primo maggio. Inoltre è stata organizzata una gita a Venezia e un cineforum che si è svolto nei locali del liceo scientifico Majorana. “Nell’ambito dell’iniziativa che presentiamo oggi – ha detto Antonio d’Urso il direttore generale della Asl 2 – i nostri operatori dell’educazione e promozione della salute hanno lavorato con i giovani e hanno accolto le loro istanze e le loro proposte, li hanno supportati nelle iniziative aiutandoli a sviluppare le abilità di vita necessarie a rispondere efficacemente alle richieste e alle sfide della vita”. Il sindaco di Capannori Giorgio Del Ghingaro e vicepresidente nazionale di Federsanità ha detto: “Questo progetto risponde a una strategia di promozione della salute che mira a responsabilizzare i giovani, rendendoli partecipi del cambiamento; sono stati, infatti, i ragazzi e le ragazze a discutere assieme per poi mettere su carta, ciò che volevano realizzare”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento