La pagella della sanita’ toscana

TOSCANA - Netto miglioramento delle performance degli ospedali toscani nella “pagella” del Ministero, vale a dire il programma nazionale esiti, gestito da Agenas, Agenzia nazionale per i servizi sanitari e regionali.

-

ospedale.jpg

La Toscana si conferma alle migliori posizioni nell’indagine che ha riguardato 1475 ospedali tra pubblici e privati in tutta Italia. Le nostre eccellenze dicono dalla – Regione Toscana – interessano i tempi di attesa dell’asportazione della cistifellea in modo non invasivo in laparoscopia, tre giorni contro i cinque nel resto del paese. Buona posizione anche per la mortalità per ictus a 30 giorni dal ricovero: in Toscana nelle realtà d’eccellenza la mortalità scende al 3,6%, rispetto alla media nazionale del 9,9%. Siamo invece un fanalino di coda per la mortalità causata dal tumore maligno del polmone. Anche i valori della mortalità post infarto del cuore sono peggiori rispetto al resto d’Italia. “Il quadro che emerge dal rapporto Agenas è assai positivo – ha commentato l’assessore al diritto alla salute Daniela Scaramuccia – con risultati migliori rispetto alla media nazionale”. Le eccellenze della sanità lucchese, composta dalla Asl 2 e Asl 12 riguardano alcune patologie. Il miglior risultato lo abbiamo per i tempi sull’intervento chirurgico per la frattura del collo del femore, che viene eseguito entro due giorni dal ricovero all’ospedale Versilia di Lido di Camaiore. Siamo in buona posizione anche per quanto riguarda la mortalità da ictus, estremamente bassa rispetto al resto d’Italia. Una delle eccellenze lucchesi della Asl 2 invece è il trattamento delle patologie diabetiche e delle conseguenti complicanze.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento