Rapina a mano armata, arrestati due giovani

CAPANNORI - I carabinieri di Lucca hanno arrestato due giovani ritenuti responsabili di una rapina messa a segno al negozio di abbigliamento Mencarino, a Segromigno. Il fatto e’ avvenuto mercoledi’ nel tardo pomeriggio.

-

I due sono entrati in azione con il volto parzialmente coperto da caschi da motociclisti. Uno era armato con una pistola a gas, del tutto simile ad una pistola vera, l’altro di un coltello. In quel momento nel negozio era presente solo una commessa, una venticinquenne di Capannori. Uno dei banditi ha puntato una pistola alle tempia della giovane, chiedendole di consegnare i soldi in cassa. Hanno preso anche la borsa della giovane e sono fuggiti. L’intervento dei carabinieri però è stato immediato, anche perche’ proprio in quel momento erano in corso controlli mirati nella zona. I militari a poche centinaia di metri dal negozio hanno rinvenuto uno scooter, risultato rubato poco prima, ed alcuni effetti personali della commessa. Poi, insospettiti da alcuni movimenti, sono entrati in uno scantinato delle case popolari ed hanno sorpreso i due giovani, che cercavano di nascondersi. I due, Alexander Belli, 19 anni di Lucca, e Mirko Palumbo, 18 anni, di Napoli, sono stati trovati in possesso del denaro rapinato, in tutto 700 euro. Portati in caserma, hanno sostanzialmente ammesso le loro responsabilità. Sono accusati di rapina a mano amata, ricettazione e porto di oggetti atti ad offendere.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento