Salta l’accordo per il Corsonna

BARGA - Angelo Rosi deve alzare bandiera bianca. Il tentativo del manager della Newco Ondulati Lucchesi di traghettare gli scatolifici Corsonna e Bientina verso una nuova proprietà è fallito.

-

Adesso l’obiettivo primario delle istituzioni e dei sindacati è quello di garantire ai lavoratori l’utilizzo degli ammortizzatori sociali, in particolare la cassa integrazione in deroga. E sondare il mercato alla ricerca di altri possibili acquirenti. Il nuovo scenario è emerso nel corso dell’incontro promosso a Palazzo Ducale, Svoltosi alla presenza dei lavoratori Corsonna. Tra i motivi che hanno mandato a vuoto il tentativo di salvataggio, il principale è sicuramente il ritardo nella concessione dei crediti da parte del sistema bancario. “Non sono riuscito a vincere contro la burocrazia del sistema creditizio – ha detto Rosi – Fidi Toscana ha iniziato a finanzarci troppo in ritardo e non siamo più riusciti a raddrizzare la situazione”. Alla fine il manager si è scusato davanti a tutta l’assemblea per non essere riuscito a raggiungere l’obiettivo prefissato. Un nuovo incontro sulla situazione del Corsonna è stato fissato per il prossimo 28 marzo.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento