Truffa dei 500 euro, allarme fra i commercianti

PROVINCIA DI LUCCA - Finora in provincia di Lucca di casi non ne erano stati segnalati, ma dopo tre tentativi nel giro di poche ore, la truffa dei 500 euro è ufficialmente sbarcata anche dalle nostre parti.

-

La polizia stradale ha identificato cinque nomadi, due uomini e tre donne, che a distanza di pochi minuti hanno tentato la truffa ai danni di ben tre aree di servizio della Bretella e della A12. Il gruppo, che viaggiava su una Mercedes, ha cercato di mettere in atto il giochino, ma per fortuna i gestori non si sono fatti sorprendere e hanno avvertito la polizia.
La tecnica è semplice, quanto pericolosa. I truffatori si muovono quasi sempre in gruppetti di 2-3 persone. Dopo aver fatto la spesa consegnano al cassiere una banconota da 500 euro per pagare una spesa di 10 euro al massimo. Attendono che il cassiere tiri fuori il resto, che è quindi di 490, per poi ritrovare subito dopo in borsa una banconota di piccolo taglio con cui pagare. Al momento di riconsegnare il resto al cassiere riescono abilmente a sfilare nel passaggio tra le due mani almeno un paio di banconote da 100. Ecco quindi che il cassiere rimette in cassa, senza accorgersene, 290 euro e non le 490 che aveva consegnato inizialmente ai truffatori.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento