Giù le mani dal ‘Campo di Marte’

LUCCA - In un incontro a Palazzo Ducale il comitato “Lucca per una sanità migliore” ha ribadito che il nuovo ospedale nasce sottodimensionato e che, per questo, diventa essenziale non dismettere l'attuale nosocomio.

-

Il presidente del comitato, Raffaele Papeschi, ha spiegato che per il monoblocco di San Filippo è stato fissato un indice di 2,3 posti letto ogni 1000 abitanti e una degenza media di 5 giorni. “A livello nazionale – ha detto Papeschi – la quota prevista è di 4 posti letto”. Qualcosa, dunque, manca all’appello. Un “buco” che si potrebbe colmare sfruttando i nuovi padiglioni del “Campo di Marte”, totale 200 posti letto.
Non solo: conservare l’attuale ospedale, secondo Papeschi, farebbe risparmiare ai lucchesi anche diverse centinaia di migliaia di euro, oggi pagati per l’affitto della sede direzionale Asl a Monte San Quirico e del distretto di via Giusti.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento