Incontro “reale” a San Cristoforo

LUCCA - L'ambasciatore del Principato di Monaco in Italia, Philippe Blanchi, ospite nel capoluogo per consolidare le relazioni economiche esistenti fra le città toscane e lo Stato governato dalla dinastia Ranieri.

-

Teatro dell’insolito rendez-vous la chiesa di San Cristoforo, in centro storico, per un giorno trasformata in un’elegante sala da pranzo “arredata”, se così si può dire, da oltre 120 opere che compongono la mostra “Spiritual Universe” del maestro russo Chagall. Un appuntamento particolare ma non del tutto inedito: “Il Principato ha rapporti antichi con la Toscana – ha ricordato l’ambasciatore monegasco – e questa giornata è un’occasione per consolidare i legami già esistenti e conoscere realtà meno note, come la provincia di Lucca”.
Ospiti della serata, organizzata dall’Associazione San Cristoforo e intitolata “Enchante-moi Monaco, Opportunità nel Principato”, oltre all’ambasciatore i consoli onorari del piccolo stato monegasco a Livorno e Firenze, Carlo Bournique e Antonio Giusti.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento