L’ultimo saluto a Didala

VIAREGGIO - Commozione in Versilia e tutta la Toscana per la morte di Didala Ghilarducci, figura storica della lotta partigiana, scomparsa giovedì sera nella sua abitazione di Viareggio all’età di 90 anni.

-

I messaggi sono arrivati dalle istituzioni, dalla sedi della politica e delle associazioni. L’ultimo saluto è fissato per sabato mattina, in Comune, alle 11 con l’orazione funebre e il saluto del sindaco, Luca Lunardini e di un rappresentante dell’Associazione partigiani, della quale Ghilarducci era presidente provinciale.
Nel settembre del 1943 Didala Ghilarducci lasciò la propria casa col figlio Riccardo di pochi giorni per seguire sulle Alpi Apuane il marito, Chittò, partigiano anche lui. Il marito venne venne ucciso dai tedeschi l’anno dopo e lei raccontò la loro storia anni dopo nel libro “Partigiana per amore”.
L’ultimo 25 aprile Didala Ghilarducci l’ha trascorso a Sant’Anna di Stazzema, luogo simbolo della Resistenza, in Versilia e in Italia. In mattinata aveva partecipato alla cerimonia di Cortile degli Svizzeri, dove aveva lasciato il suo ultimo messaggio alle giovani generazioni.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento