Un progetto contro la povertà nei quartieri

LUCCA - Combattere la nuova povertà con interventi mirati nei quartieri. Questo l’obiettivo del progetto avviato dalla Fondazione Banca del Monte e dalla Caritas e presentato alla presenza dell’Arcivescovo Italo Castellani.

-

L’iniziativa si focalizza su piccole realtà del territorio provinciale dove, a causa della crisi, si sono acuite le situazione di bisogno. Ne sono state individuate tre: il quartiere Varignano a Viareggio, il capoluogo della Garfagnana, Castelnuovo, e un quartiere di Lucca ancora da individuare. Lo scopo è quello di realizzare nuovi servizi contro le povertà coinvolgendo gli stessi abitanti le forze del volontariato che già operano in quella zona. La Fondazione Bml ha stanziato per il progetto 150 mila euro per due anni. La Caritas sarà il braccio operativo e, con il contributo di soggetti pubblici e privati dovrà individuare interventi concreti di aiuto, ad esempio rivolti ai più giovani.
Il nome del progetto, “L’asola e il bottone”, nasce dalla constatazione che sul territorio esiste il bisogno, ma spesso esistono già le forze per porvi rimedio. Come l’asola e il bottone, quello che manca è l’incontro tra i due per capire i veri bisogni e lavorare insieme per soddisfarli.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento